Technical work is underway on the web portal!

Flora dell'Uzbekistan

La natura dell'Uzbekistan è generosa e ricca. La flora sorprendente ne è un'altra prova. Deserti e steppe, montagne e pianure, boschetti ripariali e foreste di canne si combinano con bellissimi laghi e fiumi per formare un paesaggio notevole.

La flora più ricca dell'Uzbekistan comprende più di 4.000 specie di piante che vanno da quelle ornamentali a quelle medicinali. Il maggior numero di flora cresce nelle regioni pedemontane e montuose del paese. La ragione principale di questa ricchezza è la divisione in diverse zone di rilievo; qui ogni fascia altitudinale è rappresentata dal suo clima unico e dalle sue condizioni, una varietà di composizione del suolo per lo sviluppo di una flora unica.

L'Uzbekistan si trova nel centro dell'Asia centrale e rientra nella cosiddetta zona arida. Il nord e l'ovest dell'Uzbekistan sono occupati dalle pianure del bassopiano del Turan e le parti meridionali e orientali dai contrafforti del Tien Shan occidentale e del Pamir-Alai.

Il paesaggio vegetale dell'Uzbekistan è diviso in quattro campi di alta quota, ogni campo ha il suo tipo unico di vegetazione: deserti e pianure - "chul", montagne - "tau", colline e pedemontane - "adyr", altipiani - "yailau" o "jailau".

La vegetazione desertica è tipica delle steppe del Golodnaya e del Karshi. All'inizio della primavera, il carice del deserto e l'erba blu vivificante, l'ebano, le genziane, vari archi, i ranuncoli, l'assenzio, il tulipano, i papaveri e molti altri appaiono qui, formando interi tappeti di fiori. Quando il caldo si fa sentire, l'intera copertura floreale lussureggiante del deserto argilloso scompare e solo cespugli di assenzio, ciuffi di 'tumbleweeds' e steli solitari di 'sasykkurai' rimangono sulle aree bruciate e rosolate. Le paludi salmastre sono abitate da rappresentanti di piante alofite e salicornie. La salicornia annuale e l'albero più prezioso, il saxaul nero, si trovano in terreni salini e solonchak. È interessante notare che non ci sono forme primaverili nelle paludi salmastre, e le piante appaiono alla fine dell'estate.

La vegetazione ripariale, arborea e arbustiva, si sviluppa nelle valli e nelle pianure alluvionali dei fiumi dell'Uzbekistan. A volte la vegetazione ripariale è molto densa, formando boschetti difficili da penetrare. Pioppo, salice, alce (Jida), varie specie di arbusti - pettine (Yulgun) e alimondri spinosi crescono in tali aree. Le erbe che si trovano in queste zone sono la liquirizia, il cardo di cammello, la canna e l'erianto.

Nelle pianure pedemontane la flora locale è rappresentata da erbe e semi-arbusti. Nel sud di Kashkadarya e Surkhandarya, crescono piante effimere di crucifere, legumi e cereali. Nelle valli, crescono tulipani lola, erba blu bulbosa, varie specie di assenzio, salicornia annuale e garmala isryk.

Nelle zone delle colline superiori e inferiori - adyrs, crescono varie specie di piante perenni: floema, cousinia, ferula, katran, eremurus. I pistacchi e i mandorli crescono in luoghi di difficile accesso. In primavera, i papaveri (kizilgoldoh), gli eremuri, i tulipani e gli iris fioriscono nel basso adyr. C'è un gran numero di piante medicinali e portatrici di oli essenziali che crescono nell'"adyr superiore": l'erba di San Giovanni, l'elecampane, l'origano, il timo rampicante (timo) e molti altri tipi di piante. Sui pendii rocciosi ci si può spesso imbattere in arbusti di mandorle amare.

Le pianure e le zone centrali sono rappresentate da piante oleose e tanniche: salvia, ziziphora, timo, origano, erba di San Giovanni, rabarbaro, radice amara e acetosa. Alcuni pendii di montagna sono coperti in primavera da belle specie di eremuri e tulipani.

Le foreste di montagna sono molto suscettibili ai cambiamenti del clima locale e sono state spostate in piccole aree di difficile accesso e inadatte all'agricoltura. In queste zone, i ginepri sono comuni: ginepro degli alberi, Zarafshan e ginepro emisferico.

Gli alberi decidui nelle zone di pianura includono l'acero del Turkestan, il ciliegio, il prugno, il melo, il biancospino, il pistacchio e il mandorlo. Nelle zone con alta umidità si possono trovare noci, betulle, pioppi, salici, gelsi e ciliegi di Magaleb. Ai piedi della catena del Gissar si trovano alberi subtropicali: il sommacco, il melograno, il fico, il caco... Tra i cespugli delle pianure sono diffuse specie di rosa canina, caprifoglio, crespino, olmaria. Si trovano anche uva, sorbe e ribes. Le cinture di alta montagna - "djeylau" in Uzbekistan sono caratterizzate da pendii ripidi, prati subalpini e alpini e steppe. Il ginepro del Turkestan, il caprifoglio e la rosa canina crescono in queste zone. Tra le piante erbacee ci sono prati di erbe miste con piante perenni. Ci sono anche prati di gerani della collina, ramwood, cipolla, coda di volpe, ferula e pranghi.

Sulle cime innevate delle montagne, la vegetazione copre solo il 30% della superficie, mentre il resto è piuttosto rado tra le formazioni rocciose. Si possono trovare piccole macchie di prati alpini a tappeto basso di primula, ossitropio, genziana, ranuncolo, varie cipolle, falene, lapidaria, ecc.

Un commento

0

Lascia un commento

Per poter lasciare un commento è necessario effettuare il login attraverso i social network:


Effettuando il login, acconsenti al trattamento Dati personali

Guarda anche