Technical work is underway on the web portal!

Tumulo di Varakhsha

L'antica Bukhara è un tesoro di monumenti architettonici e un tesoro di storia profonda. Questa città rivela nuovi dettagli del suo passato millenario ogni giorno che passa.

Per esempio, gli scienziati del Centro Archeologico Nazionale dell'Accademia delle Scienze dell'Uzbekistan, insieme agli scienziati della New York University, stanno conducendo ricerche sui siti archeologici e del patrimonio culturale nel massiccio del Varakhshan nel distretto di Zhondor, nella provincia di Bukhara.

È qui che si trova un sito archeologico unico, l'antico insediamento di Varakhsha, risalente all'inizio del primo millennio dopo Cristo.

Questo antico insediamento con la sua cittadella è considerato la residenza principale di Bukharhudates, che governò l'oasi di Bukhara prima dell'arrivo degli arabi in questa terra. L'insediamento di Varakhsha ebbe un ruolo importante nella resistenza agli arabi, e accanto alle sue mura si combatterono battaglie importanti e grandiose.



Lo storico Narshakhi scrisse dell'antico insediamento di Varakhsha nel X secolo:

"Qui c'era la residenza dei re e c'era una fortezza fortificata nelle vicinanze, perché i re hanno fortificato il luogo diverse volte. Le antiche mura del villaggio erano grandi come quelle di Bukhara. Ci sono 12 aryks (canali di irrigazione) a Varakhsh, e il villaggio si trova all'interno delle mura di Bukhara. C'era anche un bel palazzo, la cui bellezza è diventata un proverbio, costruito da Bukhar Khudat più di mille anni fa.

Il palazzo di Varakhshi stesso è situato direttamente alle mura meridionali della fortezza, sul lato occidentale della cittadella. Il palazzo fu costruito nel V secolo d.C. ed esistette fino all'inizio del IX secolo. L'edificio del palazzo è costituito da grandi sale cerimoniali disposte in file, riccamente decorate con scene pittoresche: ricevimenti reali raffiguranti re e cacce di animali rari.


I primi scavi archeologici furono effettuati nell'oasi negli anni '30 dall'archeologo V. A. Shishkin.

Dopo recenti scavi, gli scienziati in Uzbekistan e negli Stati Uniti hanno scoperto più di 100 oggetti metallici di rame, bronzo, argento e piombo. Si ritiene che gli oggetti risalgano ai secoli XI-XII. Gli oggetti sono attualmente in fase di restauro. In futuro saranno conservati presso il Laboratorio del Patrimonio Culturale dell'Uzbekistan.

Un commento

0

Lascia un commento

Per poter lasciare un commento è necessario effettuare il login attraverso i social network:


Effettuando il login, acconsenti al trattamento Dati personali

Guarda anche